Sogno un mondo in cui

IMG_2050Sogno un mondo in cui dopo l’ennesimo “bel progetto” non ci sia “ma sai non abbiamo fondi”

Sogno un mondo in cui sia possibile svegliarsi la mattina e l’unica gioia non sia solo il caffè

Sogno un mondo in cui trovare lavoro non è come vincere al Superenalotto

Sogno un mondo in cui l’abito non fa il monaco ma aiuta a riconoscerlo

Sogno un mondo in cui essere gay, nero, ebreo non significhi nulla come alto, magro, naso all’insù

Sogno un mondo dove se esco con il mio ragazzo mano nella mano non devo avere paura che un fascista ha avuto una brutta giornata

Sogno un mondo in cui se sale una persona nera sul tram la gente non stringa la borsa a se

Sogno un mondo in cui Lampedusa è solo un’isola del mediterraneo

Sogno un mondo dove bianco è solo un colore primario

Sogno un mondo dove paghi le tasse e sei come tutti, non che paghi come tutti ma hai meno diritti

Sogno un mondo dove avere un figlio non è una mannaia sul capo ma è una benedizione

Sogno un mondo in cui se la tua azienda decide di trasferirsi all’estero e lasciarti senza lavoro la paura del futuro debbano averla loro

Sogno un mondo in cui la poesia viene insegnata a scuola non come parte della letteratura italiana ma come modo di dire quello che provi

Sogno un mondo in cui chi ha competenze fa, chi sa insegna e tutti siano pagati per quelli che gli spetta

Sogno un mondo in cui il lavoro ti rende libero, non schiavo

Sogno un mondo in cui essere dipendente è solo un aggettivo

Sogno un mondo in cui il datore di lavoro non è un re capriccioso e il lavoratore suddito

Sogno un mondo in cui la pensione te la danno da giovane e non devi invecchiare

Sogno un mondo in cui la massima violenza è il pranzo della domenica dalla nonna

Sogno un mondo in cui non si vale di più o meno per la professione che si svolge ma per il contributo che si da alla società

Sogno un mondo in cui il cittadino inattivo non sia considerato inutile ma pericoloso

Sogno un mondo in cui il razzismo era una pratica di cui si sconosce il significato

Sogno un mondo in cui ebrei, cristiani, indù, buddisti e musulmani si siedano allo stesso tavolo e si raccontano barzellette

Sono un mondo in cui la parola Dio sia da riferirsi a un essere superiore e non a qualcosa che fa si che io ti odi.

Sogno un mondo in cui essere povero significa non sapere amare

Sogno un mondo in cui essere ricco significa aver amato follemente

Sogno un mondo in cui ci si paga coi baci

Sogno un mondo in cui lo specchio non sia un nemico ma un gioco

Sogno un mondo in cui non si possa dire tutto quello che si pensa, se il tuo pensiero uccide o fa male a qualcuno

Sogno un mondo in cui non si muore per malattie fisiche ma per fascismo

Sogno un mondo in cui essere liberi non significa togliere a qualcun altro

Sogno un mondo in cui se non vuoi sposare un gay, non vuoi abortire, non vuoi divorziare puoi farlo. Ma non rompi i coglioni a chi invece vuole farlo.

Sogno un mondo in cui si sognano cose belle, con poche parole.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...