Pensiero del 5 Aprile


Stato vegetativo vegetale.

Scrivere e vagare.
Nella notte i pensieri si affollano,
intuizioni geniali.

Ti risvegli con aria molto colorata.

Prendi il cane,
esci all’aperto,
respiri il vento e gli lasci tuoi pensieri.
Torni a scrivere sul tuo foglio.
L’inchiostro macchia le dita,
sbava lo strumento di chi lo usa.

Chi non sa non usa ciò che non ha.
E ciò che non è usato non esiste.

Un pensiero riguardo “Pensiero del 5 Aprile

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...