Shekkaballah's Suggestions

A simple and real vegan life

Essere gay è faticoso!


Molti di voi mi hanno chiesto come vanno le cose sentimentalmente. bene cercherò di rispondervi e di mettervi a conoscenza di alcune riflessioni che sto portando avanti ultimamente.

Sono single, situazione pregevole e gradevole. Non ho voglia di avere una relazione. Questo per 3 giorni a settimana. Gli altri 3 giorni mi grado intorno e vedo solo coppiette e mi dico sarebbe bello avere un fidanzato con cui condividere delle passioni, delle gioie. Poi mi passa. le mie amiche e i miei amici ovviamente mi dicono che essendo così lunatico è normale che non proietti i giusti desideri per ottenere un fidanzato. Bah, sarà una questione di proiezioni ma qua il contorno di uomini che mi girano intorno è piuttosto scadente o forse sono io che ho alzato il tiro e non voglio più accontentarmi delle briciole di un ego che non sia il mio.

Ultimamente entro ed esco da incontri e frequentazioni con la stessa rapidità con cui si entra in un saloon, solo che non sono le antina a sbattere ma le mie palle. Scusate il linguaggio colorito e poco forbito.

Diciamo che davvero dopo una scopata resta poco, anche da dirsi, dopo essere stati a letto è come se il più fosse fatto. Ci sono quelli malati di mente che siccome sono venuti a letto con te adesso “siamo fidanzati”. Fascia tra i 18 e i 22 per lo più. Ecco alla fine di quella frase io sono generalmente già vestito e ho preso la via della porta e loro finiscono la frase con brandelli della mia aura evanescente che tarda a seguirmi.

Poi ci sono i sofisticati che vengono a letto con te. Ma non ti richiamano aspettano che sia tu a richiamarli. Se li chiami ti dicono: ” eh, te la tiri, ce ne hai messo per chiamarmi!”, e lì t dici: ” Coglione, se me la tiro io mi dici com’è che ho chiamato io e tu no? bene vai alla più vicina pompa di benzina, vai in stazione centrale, versati la benzina addosso e datti fuoco, illuminerai le notti dei barboni e li scalderai anche. potrebbe essere l’unico gesto altruistico che compi”.

La maggiorparte delle persone dopo essere andati a letto invece li classificherei con “eiacula col cervello”. Interessanti, interessati, chiacchieroni, una volta eiaculato sanno solo emettere silenzio. Stanno lì a fissarti, incapaci di comunicare, senza più argomenti o cose da dire. Fissano il vuoto, sembrano impacciati e in imbarazzo. Si risolve tutto con un “dai, vabbè, io vado adesso ci sentiamo ok?”. loro quasi sollevati ma turbati ci restano male ti dicono “ok, ma non è che poi sparisci” e tu “ma va abbiamo ancora così tante cose da dirci!”. Vabbè poi o ti dimentichi di chiamare o ti chiamano e tu fai il vago e improvvisamente sorgono mille impegni, anche immaginari, per trovare scuse per non rivedersi oppure dici si, riproviamoci. Ti presenti al nuovo appuntamento (generalmente è il secondo) e lui è fighissimo. Ha speso mille euro solo per mettersi qualcosa di decente, vuole farsi vedere in tutto il suo splendore. lo vedi da lontano ti avvicini e dice frasi così: “Non ti ricordavo così alto” oppure “ehi, hai cambiato taglio di capelli”, insomma qualcosa che ti faccia capire che non si ricorda bene di te e poi ti dice “vabbè effettivamente l’alcol non aiuta i ricordi”. E tu l’osai, sai benissimo cosa vuole dire e dove vuole andare a parare. Per tutto l’appuntamento parla tanto, sa cose a pacchi su tutto, si è ricollegato il collegamento al cervello, il sangue finalmente è defluito dal pene al cervello e ha ripreso funzioni vitali. E’ molto, molto sicuro di se ed emana anche fascino, e tu dici: “oh, meno male mi sembrava di essermi scopato un ficus benjamin invece qualcosa di interessante c’era”. Ma lui è pronto, subdolo. A una certa ora le cose sono due: o si fa un secondo match sessuale oppure lui ti fredda “senti è stato bello ma adesso devo andare a dare da mangiare al cane/gatto/pesce/canarino/coinquilino/zia/ nonno” e quindi va via e sparisce. Voleva rifarsi della figura di merda del post coitum e poi sparire come tutti gli altri.

Se per caso invece batte la prima opzione, farete del sesso. Migliore, molto meglio, della prima volta. Incredibile, non ti pare vero. Ma dopo subito dopo il sesso lui parla. Si, parla e tanto e di tutto, e dice cose a caso, ti racconta della sua infanzia o non si sa di cosa, tutto pur di non rimanere in silenzio. Magari si dorme. ci si riprende e lui a) ti propone qualche attività, b) deve fare delle cose e se ne va. Non ti resta che sperare in un secondo appuntamento se è andata bene. se ti ha “fatto sentire bene”.

Quest’ultima frase è degna di precisazione. Le relazioni amorose sentimentali di qualunque natura o genere devono “farti sentire bene”. Non sia mai che tu debba far sentire bene l’altro, sarebbe banale o sciocco. Ma perché? se una relazione parte dal proprio benessere è falsata in partenza a mio avviso, banalizzata e resa a livello superficiale. Se uno s’impegnasse a fare stare bene l’altro oltre a pretendere di essere trattato bene le relazioni potrebbero durare di più. la sinergia crea le possibilità di superare anche crisi e problemi, la solitudine chiude canali e non permette d’interagire in modo sano. Ed ecco che nascono gelosie, piccoli soprusi, insomma una serie di circostanze che uccidono il rapporto e fanno male e allora “non si sta più bene”.

Poi c’è il folto popolo dei siti che vendono di tutto, e di più ma nella sostanza sono solo cessi insicuri che non sanno come altro fare per vedere qualcuno che non viva dentro casa loro, anche se a volte si nascondono persone interessanti, si sa anche l’oro si trova tra il fango. Ma trovato quello interessante si riparte con la tiritera di cui sopra….

…Insomma essere gay, superare lo scoglio del terzo appuntamento; renderti conto che la persona che hai accanto non è psicopatico, mitomane e psicolabile; che è carina e anche i tuoi amici ti dicono, beh si mi piace, costa sacrifici, dedizione ed energie. E quanto mi dicono ma ci sono persone contrarie al matrimonio gay. ma andate a fanciullo, dopo tutta sta fatica me volete lasciare almeno la soddisfazione di sposarmi ed essere felice con il mio compagno. Ma che vi levo? Volete sposarvi in chiesa? in comune? a me basta il comune della chiesa nessuno ha mai chiesto nulla! Voi fate quello che volete. La fandonia che se si autorizzasser i matrimoni gay ci sarebbero meno matrimoni eterosessuali…ma come cazzo si fa a pensare o sospettare una cosa del genere? Oltre ad essere smentito dalle percentuali dei paesi in cui il matrimonio gay è legale, ma mi spiegate la correlazione? cioè se sei eteri e si sposano i gay tu non ti sposi? e perché’ perché prima si sposavano gli etero e i gay no, dunque ora se si sposano i gay tu etero non ti vuoi sposare? cos’è devi discriminare poi le persone sposate in qualche modo. Io credo sia follia. Credo che il medioevo oscurantista di certe persone, il bigottismo di altre oscurano la possibilità di vivere in questo paese, non solo per i diritti civili ma in genere. a paura del nuovo e la propensione a fare le cose come si sono sempre fatte porta semplicemente a immobilismo e mancanza di crescita. Le società chiuse sono sempre le più retrograde. Ma che ve lo dico a fare. io sono un pazzo. Essere gay, vegan, attore e buddista, fa di me uno da non ascoltare. Se siete arrivati a leggere fin qua, scrivete o dimenticate. E se mi fidanzassi ancora siete tutti invitati a festeggiare da me! :p

Annunci

28 commenti su “Essere gay è faticoso!

  1. Michele Darling
    18 marzo 2012

    Ciao, sono arrivato a leggere “fin qua” 🙂

    Che grande giostra sono le relazioni e i sentimenti. Un po’ una rottura, un po’ una necessità. Cerchiamo tutti un nostro lieto fine… e arriverà, lo troveremo o meglio ce lo costruiremo.
    Per adesso vivo un’esperienza diversa dalla tua ma… la fatica rimane 🙂

    Un abbraccio,
    Michele

    • shekkaballah
      18 marzo 2012

      Ciao Michele e benvenuto. Ovviamente la mia è estremizzata e resa un po’ più schematica per la lettura. E’ faticoso a volte salire in tram e sentire gli sguardi di certi anziani…lo so bene…ma c’est la vie ognuno ha la sua 🙂 Grazie di essere passato!

  2. Barbara
    18 marzo 2012

    Mirko bello che sei…..mi hai fatto ridere e sai perchè? Perchè hai descritto perfettamente ciò che succede a chiunque abbia un minimo di aspettative dall’altra metà del mondo, sia gay lesbica etero o misto.
    Le cose non sono affatto diverse per chi non è gay sai, o almeno non lo sono nella fase “sono single ma mi piacerebbe trovarmi qualcuno ma anche no”.
    Baci 🙂

    • shekkaballah
      19 marzo 2012

      Grazie bibi! Felice di averti fatta ridere. non vedo l’ora di vederti Giovedì!

  3. cinzia
    18 marzo 2012

    Ah Mirko. Più ti leggo e più mi spiace non essere uomo, gay e libero sentimentalmente .sei troppo speciale per non trovare una persona altrettanto speciale: te la meriti.

  4. saretta
    19 marzo 2012

    E’ un mondo difficile….per tutti 🙂
    Io sono single e felice convinta che “meglio sola che mal accompagnata”, e prima o poi arriverà la metà giusta della mela, l’importante è crederci!!!
    Bacione

    • shekkaballah
      19 marzo 2012

      Oh yes, me la good anch’io di brut to, e poi se fosse la metà del mio limone data l’acidità meglio ancora! 🙂

      • Raffy77
        19 marzo 2012

        😆 Sei troppo forte caro Mirko!
        Ti auguro con tutto il cuore di trovare la tua dolce metà perchè te lo meriti veramente.
        Baci 🙂

      • shekkaballah
        21 marzo 2012

        Grazie Raffy ovviamente lo scriverò se accadrà, esco con molte persone sia chiaro, ma non sono fidanzato…. 🙂

  5. md
    19 marzo 2012

    ecco perché ho deciso di sposare la razza felina – prima un maschio per tredici lunghi e meravigliosi anni, ora sto provando con una femmina, giusto per par condicio;
    tranne che non so bene come la pensino in proposito i miei compagni…
    un caro saluto

    • shekkaballah
      19 marzo 2012

      beh è una buona soluzione e un buon surrogato, ma con il sesso come fai? L’onanismo è una buona cosa ma come intervallo secondo me… 🙂

      Un abbraccio e tante carezzine ai tuoi bimbi

      • md
        19 marzo 2012

        non essendo zoofilo, ho teorizzato di farne a meno – ma, appunto, l’ho solo teorizzato… a proposito di onanismo (e di intervalli) non vedo molte differenze, visto che a volte pare di esser da soli proprio quando si è in due – però non mi è ancora capitato di farlo in tre…
        un abbraccio a te!

  6. ellys77
    19 marzo 2012

    Caro Mirko,che dire,il tuo sfogo è giusto,bisogna sentire la legittimità dei propri sentimenti,oggi tanta gente convive o si sposa,etero e non.Ho un amico pittore di nome Renè,convive felicemente con il suo compagno,sono uniti nel loro amore,forse neanche se lo pongono il problema del “Matrimonio”.Bhè sarei felice di festeggiare il tuo fidanzamento quando accadrà, francamente te lo auguro di tutto cuore,sei molto sensibile e dolce tu Mirko,mi son affezionata a tutto di te,le ricette vegan,il tuo Nemo etc.etc.
    Poi essere “Single” non è poi cosi male,(per il momento),e se l’amore bussa alla tua porta non lo respingerai,per ora sei molto concentrato sulla tua vita lavorativa e poi il resto verrà da sè.Aspetto la tua prossima ricetta,in questi giorni io ho sperimentato i Muffin che si possono fare sia dolci,che salati,e sono facilissimi.! 🙂

    Ps.Non mi permetterva di commentare,dovevo iscrivermi alla nuova versione del Blog.

    • shekkaballah
      19 marzo 2012

      Strana la cosa dei commenti! Comunque grazie per il commento! Sono felice di esserti entrato nel cuore! Mille bacini! 😛

  7. ari
    19 marzo 2012

    E’ bello leggere le tue riflessioni Mirko… mi fa riflettere a mia volta, anche se in questo periodo la mia testa si da da fare da sola senza bisogno di stimoli….
    Sai, le relazioni, sia instaurarne di nuove che portare avanti quelle consolidate, sono difficili per tutti, etero e non…
    Hai scritto una frase che mi ha colpita per la sua semplicità ed elementarità (esiste sta parola?), cioé “Se uno s’impegnasse a fare stare bene l’altro oltre a pretendere di essere trattato bene le relazioni potrebbero durare di più”… ma mica tutti lo capiscono!! Perché non lo insegnano a scuola?!?!? 🙂
    Se essere pazzi vuol dire essere come te, allora avanti!! Mirko for President :DDD
    ari

  8. ross
    21 marzo 2012

    Ciao Mirko!
    beh dopo questo post non posso fare a meno di uscire dall’ombra;)!…che una persona vegan, gay, attore e buddista E’ uno da ascoltare:)!
    è tutto vero quello che dici, vero per uomini e donne, è vero anche se non sei gay…è difficile trovare qualcuno con cui valga la pena di portare avanti una relazione stabile, qualcuno con cui stai bene e che sta bene con te, qualcuno con cui condividere interessi e passioni pur mantenendo “i propri spazi”, cose da condividere a posteriori senza che ci si debba sentire per forza esclusi o traditi…ma prima o poi troverai la tua persona speciale:)!

    sui matrimoni gay ne sento tante anch’io, e mi fa tristezza, tanta tristezza tutto questo bigottismo imperante…che poi, che vuol dire che se si autorizzassero i matrimoni gay ci sarebbero meno matrimoni etero??? no perchè a me viene in mente una sola cosa: che molti matrimoni etero sono “di copertura”…dovrebbe andar bene così forse???

    un abbraccio
    ross

    • shekkaballah
      21 marzo 2012

      ciao Ross e benvenuta. Ti ringrazio per il tuo commento. Dire davvero che sia un problema per gli etero il matrimonio gay per me non sottende a nessuna logica. Quanto alle motivazioni di Sgarbi, penso che scriverò un post. Perché pretendere doveri dei cittadini, senza garantire diritti è da folli. Grazie per il tuo supporto alla discussione.

  9. Roberta
    22 marzo 2012

    non mollare Mirko e non buttarti via con persone che non valgono nulla. L’amore si trova ma è un casino per tutti perchè ha volte l’amore non basta ci vogliono pazienza e spirito di adattamento per continuare.
    Sono favorevole al matrimonio quando due persone si amano è assurdo mettere ostacoli.
    E non mi piace quando mettono etichette del tipo etero gay o lesbo specialmente da persone che blaterano in pubblico e fanno i porci comodi loro in privato.
    Io sono cattolica e divorziata, per mia volontà , convivo con un’altra persona e nel mio piccolo sono discriminata dalla chiesa che non accetta la rottura del matrimonio, quindi niente confessione, niente comunione…ma ti vogliono di un bene….
    Tieni duro il tuo uomo ideale arriverà e sarà felice di brindare al tuo fidanzamento e al tuo matrimonio

  10. DigitalAngel
    23 marzo 2012

    La gente è insofferente e insoddisfatta in genere, proprio

  11. Chicca66
    23 marzo 2012

    Cucciolo caro, come hai visto l’amore è sempre e comunque un gran casino e anche chi come me pensava d’aver trovato l’amore della propria vita si ritrova dopo 24 anni di matrimonio e 31 di conoscenza con un pugno di mosche in mano 😦 Eppure nonostante tutto continuo a credere all’amore che spero ritorni presto anche per me…
    E come vedi le cose possono cambiare dall’oggi al domani ieri sera eri così euforico nel raccontanci…
    Ti abbraccio e alla prossima ti voglio con fidanzato 😉
    Ps bellissimo il nuovo look del blog, mi piace assai 🙂

    • shekkaballah
      25 marzo 2012

      Grzzie tresor! So bene benissimo le cose 🙂 Ma tutto ha un senso e sa dove sta andando, solo dopo capiamo a cosa serviva, non ci resta che vivere questi momenti come presente…senza preoccupazione del futuro… 🙂

  12. giulia
    24 marzo 2012

    Ciao Mirko, anch’io sono arrivata a leggere “fin qua” 🙂
    Non credo nel modo più assoluto che per un etero sia più facile trovare un compagno/a rispetto ad un gay. Perché queste distinzioni??
    È difficile essere gay quando ci si deve relazionare con gente idiota ed intollerante (però sono convinta che gli idioti siano in minoranza), ed è discriminatorio ed incivile che in Italia non siano possibili i matrimoni tra gente dello stesso sesso.
    Ma la difficoltà nel trovare un partner è una cosa che appartiene ad ogni PERSONA.
    Un grande in bocca al lupo per la tua ricerca 🙂

    • shekkaballah
      25 marzo 2012

      Crepi! Devo dire che qualcosa di nuovo si sta muovendo… 🙂 Questo post secondo me ha portato bene! 🙂

  13. Robignuud
    24 marzo 2012

    Goditi questo momento, non aspettarti dal futuro qualcosa per essere più felice. Questo lo sai ma hai bisogno di sentirtelo ripetere.
    Un abbraccio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 18 marzo 2012 da in Pensieri, Personali, Riflessioni con tag , , , , , , , , , , .

Spacciatore di Pastamadre

Aggiornamenti Twitter

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 617 follower

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: