Shekkaballah's Suggestions

A simple and real vegan life

Omosessuale aggredito a Milano

E’ allarme neofascisti. L’apologia di questi signori con bomber, teste rasate e anfibi continua a mietere vittime. Omosessuali continuamente aggrediti, feriti e uccisi. L’omofobia in questo paese dilaga e nessuno ovviamente fa niente!

(AGI) – Milano, 22 nov. – Il pm di Milano, Mario Venditti, ha chiesto il processo per due skinhead, arrestati il 22 settembre per aver aggredito una coppia gay nel capoluogo lombardo, lo scorso 30 maggio. I due, Marco Ciampa e Andrea Filippo Tatoli, rispettivamente di 41 e 42 anni, e legati al gruppo ‘Cuore nero’, circolo milanese dell’estrema destra, avevano aggredito con calci e pugni la coppia, gridando “Brutti fr.., le ragazze datele a noi che a voi non servono”. Uno studente 23enne di design al Politecnico di Milano era stato picchiato mentre era in compagnia del suo compagno e di due ragazze, alle Colonne di San Lorenzo. Quella stessa sera i due avevano picchiato e rapinato anche un immigrato, sempre nella stessa zona, uno dei luoghi piu’ frequentati della movida meneghina. I due erano accusati di lesioni, ingiurie e rapina. (AGI) Mi2/Car

Ma questa notizia è ancora peggio. Leggetela solo se sapete essere forti:

Uno scherzo terribile come “punizione” nei confronti di un ragazzo che si era ribellato alle continue angherie che subiva: tre giovani hanno infilato il tubo di un compressore nell’ano della loro vittima aprendo l’aria a forte pressione che gli ha distrutto parte dell’intestino.

E’ accaduto a Troina, un paese dell’ennese. I protagonisti della vicenda, tutti di età compresa tra i 20 e i 30 anni, sono stati denunciati per lesioni gravissime dai genitori del giovane, conosciuto in paese come una persona mite. La notizia confermata oggi dai carabinieri era apparsa diversi giorni fa sul web su “Silvmary’s blog” in cui si diceva che “nel paese tutti sapevano della vicenda ma nessuno aveva fatto nulla”.

Il ragazzo, che ha 22 anni, da mesi era preso di mira dal “branco” con scherzi e burle. Quando, stanco delle continue angherie, si è ribellato i tre lo avrebbero rinchiuso all”interno dell’officina in cui lavora violentandolo con l’ aria compressa. Saranno ora le perizie medico legali a stabilire l’entità delle lesioni provocate dai tre indagati.

E noi ci facciamo forza. Questi signori vanno in chiesa e inneggiano un Dio. Se c’è deve manifestarsi. Se non si manifesta, si farà dell’altro…

 

Annunci

7 commenti su “Omosessuale aggredito a Milano

  1. nicole
    22 novembre 2010

    lo so che sembrerò un boia, ma di primo istinto credo dovrebbero essere tutti appesi in piazza Loreto.

  2. roberta61
    22 novembre 2010

    hai ragione Nicole

  3. Mannu
    23 novembre 2010

    Mamma mia, mi è venuta la pelle d’oca a leggere questo bruttume.
    Che dire io mi vergogno di queste persone: non meritano di essere definite in alcun modo.
    Di sicuro, il nostro paese non brilla per il rispetto della vita e dei diritti in generale, ahimè in questo periodo storico-politico in particolare.

    Fai bene ad avere questo blog caro mirko, davvero.

    Ti mando un caro abbraccio

    Manu

    • shekkaballah
      24 novembre 2010

      Tu vivi in una terra libera, dove un uomo con la svastica o inneggiante al nazismo viene arrestato o allontanato, e quella sua apologia di dittatura in caso di aggressione a una persona viene vista come aggravante. Non tornare in Italia, tra poco ti raggiungo!

  4. Barbara Primo
    24 novembre 2010

    Alla base c’é l’ignoranza e la povertà di spirito.
    Se non c’é la volontà dello stato di far progredire i cittadini ci saranno sempre più ignoranti e poverini che pensano in questo modo.
    Se non sono i gay sono i neri, se non sono i neri saranno le prostitute…
    L’importante é che la classe politica non prenda posizione, così le masse continueranno a… restare masse…
    Mi fanno pena: questi poveri mentecatti che si rifanno a un’ideologia che neanche conoscono.
    Idealizzano un sistema di governo dove sarebbero stati i primi a essere manipolati e sfruttati: dei poveri deficienti che non hanno ragione di esistere, umanità in eccesso che sfoga la propria frustrazione su delle persone che considera diverse, sono talmente limitati nella loro intelligenza che non arrivano a relazionarsi in maniera normale con gli altri. Fanno pena e sono inutili.

    • shekkaballah
      24 novembre 2010

      Purtroppo la questione delle minoranze in Italia è così, alimentarne la paura per manovrare meglio le menti. Ignoranti e timorosi sono molto più malleabili e gestibili. Ecco la realtà populista che ci troviamo a vivere!

  5. Pizza pie
    29 novembre 2010

    Realtà populista adatta al popolino… ino ino ino.
    Purtroppo l’ignoranza fa tantissimi danni! Troppi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 22 novembre 2010 da in Politiche, Riflessioni con tag , , .

Spacciatore di Pastamadre

Aggiornamenti Twitter

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 619 follower

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: